Con la Palestina nel cuoreImmagini e racconti nel video realizzato da Associated Press.

Educatori, bambini e mamme raccontano il valore e l’importanza dei giochi e delle attività che riempono le giornate nelle ludoteche della Striscia di Gaza. Qui, in cui l’occupazione e l’assedio quotidiano riaccendono costantemente il trauma dei bambini, CISS attraverso un progetto di sostegno psico-sociale offre ai minori e alle loro famiglie supporto psicologico e difende il loro “diritto al gioco”.

Animatori e bambini insieme hanno creato, a partire da materiali di riciclo, le ludoteche, uno spazio protetto, un luogo in cui giocare e trascorrere il tempo con altri bambini e con i genitori.
L’idea di realizzare le ludoteche si basa sulla necessità di difendere il “diritto al gioco” dei bambini e di creare con loro e per loro “luoghi sicuri”.
Le ludoteche sono state create tramite l’utilizzo di tecniche di arte terapia (decorazione degli spazi), ludoterapia (costruzione di giochi e giocattoli) e drammaterapia (messa in scena di situazioni legate alla vita quotidiana, rappresentanti fattori di stress).

Ma il progetto del CISS coinvolge tutta la famiglia, non solo i bambini, perchè a Gaza tutta la popolazione è colpita da trauma e il modo in cui il bambino reagisce a situazioni di stress è legato e condizionato al modo in cui i genitori affrontano il trauma; così è previsto sostegno psicologico attraverso l’utilizzo della clown- terapia all’interno di alcune strutture ospedaliere, supporto psicologico a domicilio attraverso una clinica mobile, corsi di alfabetizzazione per le donne, laboratori madri/figli e altro ancora.

MEEX GAZA TRAUMA
(trailer del video, la versione integrale può essere richiesta sul sito web di Associated Press)